Ordine degli Ingegneri della provincia di Benevento

Venerdi, 23 Giu

Ultime modifiche:08-06-2017

Tu sei qui: L'Ordine Inarcassa

Inarcassa

INARCASSA: provvedimenti a favore degli iscritti per l'alluvione di ottobre 2015

logo_inarcassa

A seguito alle sollecitazioni  avanzate al presidente di Inarcassa dal presidente dell'Ordine ing. Franco Cardone e dal delegato provinciale Inarcassa, ing. Pasquale Tipaldi,
in coerenza con la Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 06/11/2015, il Consiglio di Amministrazione di INARCASSA, nella riunione del 15/01/2016 ha deliberato i provvedimenti in favore dei professionisti residenti nei comuni Campani colpiti dalle alluvioni dal 14 al 20 ottobre 2015, identificati dall'Ordinanza n. 1 del 01/12/2015.
Nel merito ha stabilito:
- di adottare le eventuali future disposizioni normative che verranno emanate in tema di sospensione degli adempimenti dichiarativi e contributivi, a favore degli associati residenti nelle località colpite o degli ulteriori Comuni che dovessero essere eventualmente determinati in seguito;
- di esaminare le segnalazioni dei danni subiti a causa degli eventi alluvionali ai fini dell'assegnazione di eventuali contributi economici da restituire, senza addebito di interessi, con modalità rateali e con tempistica che verrà successivamente determinata.

 
Per conoscere tutti i dettagli collegarsi al sito web dell'Inarcassa al link:

www.inarcassa.it/site/home/news/articolo6831.html

 

 


INARCASSA: Contributi minimi in 6 rate

inarcassaonline

Anche per il 2016 è possibile versare i contributi minimi INARCASSA in 6 rate bimestrali, anziché in 2 semestrali.

Per chi desidera cogliere questa opportunità, le rate saranno di pari importo, senza interessi dilatori, con la prima scadenza stabilita al 29 febbraio e l’ultima al 31 dicembre 2016.

Hanno accesso all’agevolazione tutti gli iscritti a Inarcassa, inclusi i pensionati: basta che ne facciano richiesta entro il 31 gennaio 2016.

 

Per maggiori informazioni:

www.inarcassa.it/site/home/articolo6521.html

 

 


 

 

 

 


INARCASSA: possibilità di posticipo del versamento del conguaglio 2014 al 30/04/16

logo_inarcassa

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di consentire che il saldo del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all’anno 2014, previsto per il 31/12/2015, possa essere versato entro il 30/04/2016 con l’applicazione di un interesse dilatorio pari al tasso BCE + il 4,5% applicato ai giorni trascorsi dalla scadenza (31/12/15) alla data effettiva del versamento, come lo scorso anno.

Chi vorrà usufruire di questa facilitazione, potrà semplicemente generare il bollettino MAV relativo al conguaglio 2014 su Inarcassa On line e versare l’importo corrispondente non oltre il 30 aprile 2016. Il versamento entro il termine indicato non genererà alcuna sanzione e l’importo relativo agli interessi sarà conteggiato insieme alla rata dei minimi 2016 in scadenza a fine giugno, o insieme a uno dei pagamenti successivi.

Il ritardo del versamento, anche di un solo giorno, rispetto al termine del 30/04/2016 comporterà l’applicazione delle sanzioni e degli interessi nella misura prevista a decorrere dal 1/01/2016 al momento del pagamento.

 

 

INARCASSA: Scade la rata dei minimi 2015

logo_inarcassa

A fine mese scade il versamento della prima rata dei contributi minimi 2015 (soggettivo, integrativo, maternità) valida anche per i pensionati iscritti che versano quote ridotte al 50%.

Chi ha ottenuto la rateazione bimestrale verserà la sola quota competente ma, se non ha pagato i MAV di febbraio e aprile,
deve saldare entro il 30 giugno anche le rate scadute per non incorrere in sanzione.

Maggiori info su www.inarcassa.it

INARCASSA: entro il 31 maggio le richieste per la Deroga al minimo soggettivo 2015

inarcassa
La norma prevede la possibilità di derogare all'obbligo della contribuzione minima soggettiva per un massimo di 5 anni - anche non continuativi - nell'arco della vita lavorativa, per chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo.

Pertanto, chi prevede di conseguire nel 2015 un reddito professionale inferiore a 15.724 euro può non versare il contributo soggettivo minimo e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2016, dopo la presentazione della dichiarazione on line.


Per maggiori informazioni:

www.inarcassa.it/site/home/articolo6553.html

 


Page 1 of 5

  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  Next 
  •  End 
  • »